Periferie al centro: presentazione del libro di Irene Ranaldi

Libro di Irene Ranaldi

Marmorata169 è felice di inaugurare l’anno con la presentazione del libro di Irene Ranaldi “Passeggiando nella periferia romana”. Irene è sociologa urbana e ci accompagnerà nelle 12 borgate ufficiali romane, cogliendone tutta la forza e la bellezza, oltre ai limiti. Sarà l’occasione bersi qualcosa tutti insieme e festeggiare il nuovo anno.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA con mail a marmorata169@gmail.com

Il libro
A Roma spesso si perde il senso della lettura dei territori e si ragiona con categorie ormai poco sostenibili come centro e periferia. Con un “centro-boutique” senza più residenti (ormai poco più di 100.000 abitanti nei 22 rioni storici all’interno delle Mura Aureliane) e una “periferia” di cui si sono persi da anni i confini. Un’incursione urbana nelle 12 borgate ufficiali romane (il termine Borgata è usato per la prima volta nel piano regolatore di Roma del 1935 da Marcello Piacentini che lo ha redatto): San Basilio, Trullo, Tor Marancia, Primavalle, Acilia, Prenestino, Tiburtino III, Pietralata, Tufello, Val Melaina, Gordiani, Quarticciolo. Una guida per chi vuole conoscere l’altra faccia della città e scoprire angoli di Roma pieni di fascino e storia.

Biografia dell’autrice
Irene Ranaldi è dottore di ricerca in Teoria e analisi qualitativa presso la facoltà di Sociologia, “La Sapienza” Università di Roma. Presidente dell’associazione culturale “Ottavo Colle” che promuove il turismo locale nei quartieri. Giornalista, scrive su testate che si occupano di impresa sociale.

Natale a modo nostro

Natale a Marmorata169NATALE A MODO NOSTRO
Domenica 16 dicembre 2018 dalle ore 19:30 alle 22:30
via Marmorata 169 – Testaccio ROMA

Prenotazione OBBLIGATORIA via mail a: marmorata169@gmail.com

PROGRAMMA della SERATA

ore 19:30 – APERICENA (con contributo). Per partecipare alla serata è necessario tesserarsi.
Con l’occasione sarà possibile rinnovare la tessere per il 2019.

ore 20 circa – READING a cura dello scrittore Roberto Carvelli sul Natale e…le sue possibili conseguenze.

ore 21 circa – Proiezione delle vecchie fotografie di Testaccio e mini-doc curato da Lorenzo Pallini sui primi “ritrovamenti”, con le voci e le storie degli abitanti del Rione, un progetto per Emerging Talents.

ore 21:30 – Racconto dell’anno che verrà e presentazione delle prossime iniziative in programma a Marmorata169.

VI ASPETTIAMO!!!

Mammachilegge! letture condivise a Marmorata169

Mamma chi legge a Marmorata169Sabato 8 dicembre alle 17:30 siamo felicissimi di ospitare da noi a casa Marmorata “MAMMA CHI LEGGE! Letture condivise”, a cura di Laura Capra, che ci raggiunge nientemeno che dalla Puglia! La formula è semplice: fate scegliere ai vostri figli il libro preferito e raggiungeteci a casa. Metteremo tutti i libri “in mezzo” e andremo avanti a leggere insieme per circa un’oretta. Al termine ci sarà una piccola merenda, anche quella rigirosamente condivisa…perciò sono graditi spuntini e bevande a vostra scelta. L’ingresso è libero per tutti i tesserati a Marmorata169, mentre chi ancora non lo fosse potrà tesserarsi già per il 2019 con un contributo di 5euro.
Unica condizione:
E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE PER PARTECIPARE, per consentirci di tenere sott’occhio il numero di grandi e piccini.
Potete farlo scrivendoci via mail a marmorata169@gmail.com

“Mammachilegge! Letture condivise” nasce 3 anni fa come una vera e propria chiamata alla lettura ad alta voce.
Ci si incontra in spazi aperti, nei vari giardini delle città, o in un parco piuttosto che sul mare, la formula è questa: si portano i libri da condividere, un telo colorato per sedersi e una merenda da condividere e tutto inizia come per magia. Quella magia che la gratuità, il desiderio di condividere, la passione per le cose belle riescono a creare. Non ci sono limiti di età e possono partecipare tutti quelli che hanno voglia di condividere un po’ di tempo in compagnia di libri, di bambini e di tanti sorrisi.

L’Appia e gli scrittori. Passeggiare tra selci e pagine

Appia day, passeggiata letterariaLezioni di storia itineranti sull’Appia Antica.
Attraverseremo l’Appia di carta, quella degli scrittori che l’hanno percorsa e raccontata nel corso della storia. Viaggi fortunosi, avventurosi, sempre e comunque nella bellezza.
NARRATORE: Roberto Carvelli scrittore e giornalista, ha scritto diverse guide narrative su Roma (www.perdersiaroma.it).
Partenza alle ore 11 dal Mausoleo di Cecilia Metella.
Partecipazione gratuita, max 20 partecipanti. Per info e prenotazioni: marmorata169@gmail.com.

L’amore a Roma – con lo scrittore Roberto Carvelli

Attraversamento urbano con Roberto Carvelli“L’amore a Roma” con lo scrittore Roberto Carvelli
Venerdì 11 maggio, dalle 18:30 alle 20
Appuntamento davanti al Ministero dell’Istruzione in viale di Trastevere 76

Prenotazione obbligatoria scrivendo una mail a marmorata169@gmail.com
Roberto Carvelli, l’ autore di “Amarsi a Roma”, tra gli altri libri, ci accompagna in un tragitto tra i più romantici a Roma, scegliendo per noi letteratura, poesia, cinema dedicate al sentimento: si tratta di Via Dandolo. Luogo ideale di passeggiate per giungere al Gianicolo e ridiscendere a Trastevere, luogo di tanti amori letterari romani. La passeggiata si concluderà al tramonto.

Roma è uno spazio letterario. Un luogo che si è offerto a tanti autori come letteratura in sé. Ogni nuovo contributo di scrittori e poeti ha consentito la creazione di ulteriori spazi. Per questo Roma può essere raccontata come il racconto di un racconto. Una storia di storie. Le passeggiate cercheranno di raccogliere i fili di questa fiction in itinere. Attraverso le voci dei grandi autori scopriremo una città che non raccontano le guide. Sarà come trovare una via non ufficiale per conoscere Roma.

Roberto Carvelli è nato nel 1968 a Roma a cui ha dedicato alcune guide: Perdersi a Roma (2004 e nuova edizione 2013), AmoRomaPerché (2005), Amarsi a Roma(2009) e Alberto Sordi e Roma. Passeggiate sui set (2013). Due romanzi: La rivoluzione spiegata alle commesse (2004 e 2007) e Kamasutra in smart (2005). Due poemi in prosa: Letti (2004) e Le persone (2014). Due libri di inchiesta: La comunità porno (2004) e Votare nel mucchio. Cronache da un Paese sprofondato nell’urna (2005). Una sua voce è uscita nel Dizionario affettivo della letteratura italiana (Fandango).

Perdersi a Roma con Marmorata169: il quartiere Coppedè

Quartiere Coppedè, con Perdersi a Roma“Quartiere Coppedè” con lo scrittore Roberto Carvelli
Domenica 20 maggio, dalle 18 alle 19:30
Luogo di ritrovo: Piazza Mincio

Prenotazione obbligatoria scrivendo una mail a marmorata169@gmail.com

Coppedè. Se Roma fosse lo schermo di un cinema sarebbe Coppedè. Già finita l’epoca dei poveri ma belli, dei Mamma Roma e dei Roma città aperta, sempre più spesso un set semplice perché unico e prestigioso, è questo strambo quadrilatero innestato tra i Parioli e la Nomentana. Scopriremo insieme simbologie e idiosincrasie, stupori e fastidi che ha suscitato negli anni. Agli scrittori e ai registi (soprattutto) che l’hanno più e più volte scelto come location un po’ surreale e spaventevole. A quelli che no, non lo potevano proprio vedere. Perdendoci tra i villini fantasmagorici di questo grande progetto teatrale su strada, cercheremo di sfatare i tabù dell’horror e della magia che sembrano albergare tra le volute e gli arabeschi di piazza Mincio.

Da Belli alla Rosselli. La poesia nei vicoli di Trastevere

Da Belli alla Rosselli - attraversamento urbanoPERDERSI A ROMA con MARMORATA169
“Da Belli alla Rosselli. La poesia nei vicoli di TRASTEVERE”
Con lo scrittore Roberto Carvelli
Sabato 5 maggio, dalle 18 alle 19:30. Appuntamento alle 17:45 davanti alla chiesa di San Bartolomeo sull’isola Tiberina.

Prenotazione obbligatoria scrivendo una mail a marmorata169@gmail.com
Trastevere è forse uno dei luoghi più difficili da raccontare di Roma. Un po’ perché sembra raccontarsi da solo, un po’ perché troppo per essere detto con poco. Cercheremo di tracciare delle vie diverse e servirci delle sue tante vie di fuga per non finire nel mare delle teste e dei piedi che l’attraversano distrattamente.

Roma è uno spazio letterario. Un luogo che si è offerto a tanti autori come letteratura in sé. Ogni nuovo contributo di scrittori e poeti ha consentito la creazione di ulteriori spazi. Per questo Roma può essere raccontata come il racconto di un racconto. Una storia di storie. Le passeggiate cercheranno di raccogliere i fili di questa fiction in itinere. Attraverso le voci dei grandi autori scopriremo una città che non raccontano le guide. Sarà come trovare una via non ufficiale per conoscere Roma.

 

T/Festaccio-Fermenti in t/festa: Elsa Morante a Testaccio

PERDERSI A ROMA con MARMORATA169
sotto la guida dello scrittore Roberto Carvelli durante la dieci giorni di T/Festaccio-Fermenti in t/festa.

ELSA MORANTE A TESTACCIO
Domenica 22 aprile dalle 17 alle 18:30
Luogo di ritrovo: davanti all’ingresso condominio di Via Marmorata169

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA scrivendo una mail a marmorata169@gmail.com o mandando un messaggio al 329.4122420

Roma è uno spazio letterario. Un luogo che si è offerto a tanti autori come letteratura in sé. Ogni nuovo contributo di scrittori e poeti ha consentito la creazione di ulteriori spazi. Per questo Roma può essere raccontata come il racconto di un racconto. Una storia di storie. Le passeggiate cercheranno di raccogliere i fili di questa fiction in itinere. Attraverso le voci dei grandi autori scopriremo una città che non raccontano le guide. Sarà come trovare una via non ufficiale per conoscere Roma.

La Roma di un quartiere popolare e popoloso in cui sono ambientate scene memorabili del romanzo di questa grande autrice che vi ha vissuto. Attraverseremo Testaccio per ritrovare le origini di questa scrittrice e rivivere le scene intense del suo libro.

INFO:
Il contributo richiesto per partecipare è di 10 euro; per chi non fosse già nostro socio, è necessario inoltre aggiungere la quota di 5 euro. Ricordiamo che la tessera associativa ha validità annuale e che dà diritto a partecipare a tutte le altre iniziative di Marmorata169 che si svolgeranno nel corso del 2017.

Sono bene accetti figli (sotto la custodia e la responsabilità dei genitori) e studenti delle scuole superiori: entrambi potranno prendere parte gratuitamente alle uscite.
L’attraversamento urbano si chiuderà alla Cae, Città dell’altra economia, per proseguire con Fermenti in T-Festa.

Roberto Carvelli è nato nel 1968 a Roma a cui ha dedicato alcune guide: Perdersi a Roma (2004 e nuova edizione 2013), AmoRomaPerché (2005), Amarsi a Roma(2009) e Alberto Sordi e Roma. Passeggiate sui set (2013). Due romanzi: La rivoluzione spiegata alle commesse (2004 e 2007) e Kamasutra in smart (2005). Due poemi in prosa: Letti (2004) e Le persone (2014). Due libri di inchiesta: La comunità porno (2004) e Votare nel mucchio. Cronache da un Paese sprofondato nell’urna (2005). Una sua voce è uscita nel Dizionario affettivo della letteratura italiana (Fandango).

Presentazione di “Quando non puoi tornare indietro”

Riaprono le porte di Marmorata169 per un aperitivo molto speciale. Il 14 aprile 2018 dalle ore 18:30 presenteremo infatti il progetto di crowdfunding del documentario “Quando non puoi tornare indietro” assieme al regista Leonardo Cinieri Lombroso, già nostro ospite a “Occhi sulla città” con il suo precedente doc “Doris & Hong”. Stavolta Leonardo racconta la storia di Obaida, un musicista siriano che insegue il suo sogno lontano dalla propria famiglia e dalla terra natale.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA via mail a marmorata169@gmail.com o via sms/whatsapp al 3294122420. Contributo richiesto per spese di realizzazione e aperitivo 5 euro + 5 euro per la tessera 2018 (ovviamente solo per chi non ne sia già in possesso).

Il documentario, di cui verrà proiettato un estratto di 10 minuti, è in lavorazione e può essere sostenuto attraverso il crowdfunding su Indiegogo. L’incontro sarà un’occasione perparlare di Siria e di uguaglianza al di là di concetti come nazioni, confini e guerra.

Oltre all’aperitivo, musica e letture di poesie siriane di Nazih Abo Afash e Adonis in arabo e italiano. Durante l’incontro ci collegheremo via skype con il protagonista Obaida.

Intervengono:
Leonardo Cinieri Lombroso, regista
Dina Madi, personaggio del documentario e compositrice. Sentiremo la sua musica electronica araba, mentre Adnan Kazou leggerà le poesie siriane.

Durante l’evento si potrà contribuire al crowdfunding in due modi: direttamente da noi oppure attraverso un computer collegato alla pagina Indiegogo dove è possibile effettuare donazioni on-line. Il giorno successivo i donatori potranno vedere il proprio nome sulla piattaforma indiegogo con la donazione fatta e verificare lo stato d’avanzamento della campagna.

Qui il link del crowdfunding :
https://igg.me/at/quandononpuoitornareindietro

E qui il link alla pagina facebook: https://www.facebook.com/Quando-non-puoi-tornare-indietro-1746691788725440/

Dalla nota di regia:
“Obaida, un ragazzo di Aleppo, vuole fare il
cantante ma la guerra cambia i suoi piani. Una
borsa di studio gli permette di arrivare in Italia
e un cd inviato per caso gli permette di
partecipare a The Voice. Obaida è lontano dalla
famiglia e può contare solo su se stesso, ma
saprà sempre trasformare gli ostacoli in
opportunità di crescita.”

“Gli occhi più azzurri” sono sulla città con Marmorata169

Marmorata 169 e WSP Photography presentano:
Venerdì 26 gennaio 2017 ore 19:30 @ WSP photography
via Costanzo Cloro 58 – ROMA (metro B San Paolo)

Proiezione del documentario
GLI OCCHI PIU’ AZZURRI
di Simona Cappiello e Manolo Turri dall’Orto
animazioni di Marino Guarnieri
prodotto da Fondazione Gerardo Chiaromonte/ParteUtile

Prenotazione obbligatoria via mail a: marmorata169@gmail.com
o via sms/whatsapp 3294122420

In apertura di serata saranno proiettati i 3 cortometraggi su Roma girati dagli allievi del laboratorio formativo gratuito su video e documentario promosso da Marmorata169 all’interno del progetto “Occhi sulla città”, realizzato grazie al contributo della Regione Lazio – Direzione Regionale Cultura, Politiche giovanili e Sport (Bando per la promozione della cultura cinematografica e audiovisiva).

Il documentario, prodotto alcuni anni fa, sarà finalmente pubblicato da La Città del Sole Edizioni e distribuito in allegato ad un libro di approfondimenti con interviste documenti di archivio e articoli di giornale, grazie al crowdfunding su Produzioni dal basso:
https://www.produzionidalbasso.com/project/gli-occhi-piu-azzurri-una-storia-di-popolo/
Questo permetterà di creare uno strumento di edutainment da diffondere, in particolare nelle scuole.

“Gli occhi più azzurri – Una storia di popolo” (Italia 2011 – 46’)
La nascita dei Comitati per la salvezza dei bambini nell’immediato secondo dopoguerra rappresenta un esempio di sostegno spontaneo e organizzato che unì Nord e Sud nello sforzo comune di sostenere l’infanzia. Coordinati dal Partito Comunista e grazie al lavoro delle donne dell’UDI, furono solo da Napoli circa 12.000, e da tutto il sud circa 70.000, i bambini ospitati per periodi più o meno lunghi presso altre famiglie del Centro-Nord Italia. Una pagina sociale, prima ancora che politica, poco nota e non presente sui manuali scolastici, eppure esemplare: una popolazione in difficoltà che si mobilita incondizionatamente per proteggere i figli di tutti. Un viaggio, fisico e insieme simbolico, che avvicinò due “Italie” distanti per lingua e cultura, nell’intento comune di dare una speranza alla parte più indifesa della popolazione. Con gli occhi di una giovane donna sulle tracce dei ricordi della nonna seguiamo, attraverso testimonianze, foto, filmati d’epoca e interventi di animazione, il filo rosso di quei treni, i racconti che affiorano, la memoria che permane e influenza il presente. Oltre alle interviste ai bambini di allora, spiccano le testimonianze dell’ex sindaco di Napoli il Senatore Maurizio Valenzi, della moglie Litza Cittanova, della Senatrice Luciana Viviani, del regista Carlo Lizzani, allora documentarista per il Partito Comunista Italiano, dei partigiani ospitanti e dei bimbi di allora.

Ingresso riservato ai soci ENAL 2018
È possibile tesserarsi il giorno dell’evento (costo tessera ENAL 3 euro)